Pubblicità

Archivio Allergologo

  • A 10 anni allergico al polline: quale alimentazione

    Mio figlio di 10 anni si è sottoposto a test Isac 112, nel quale cercavamo una ipotetica allergia a crostacei e/o lattice, ma ha avuto una negatività per queste due cose e per tutti gli altri alimenti; invece abbiamo scoperto una positività a pollini (erba canina, erba muraiola, codolina, lanciula). Queste allergie ai pollini hanno della conseguenza sull'alimentazione? Bisogna escludere qualche cibo?

  • A 10 anni allergico all'acqua

    È possibile una allergia all'acqua? Mio figlio (10 anni) quando fa la doccia esce tutto chiazzato di rosso e ha molto prurito. Abbiamo provato a cambiare saponi e bagni schiuma, ma la cosa si ripresenta. Oppure può essere la temperatura dell'acqua (che non è mai, però, troppo calda!)?

  • A 18 anni ha dolori alla pancia da tre mesi

    Mio figlio, di anni 18, soffre di mal di pancia da tre mesi. Ha fatto tac addominale, gastro-colonscopia dalle quali non risulta niente. Il dolore è nella zona tra pancreas e stomaco persistente potrebbe dipendere da un intolleranza alimentare? In passato ha fatto test cutanei per allergie non alimentari che non hanno dato risultati anche se per quelle del sangue è allergico. Il mio medico mi consiglia di consultare un allergologo. Lei cosa ne pensa?

  • Alimenti senza acido citrico

    Ho fatto gli esami per le intolleranza alimentari di 51 alimenti e due di queste sono risultare al 2° stadio: il lievito e il latte (con derivati). Ho incominciato la settimana di disintossicazione, ma non mi è chiara una cosa per quanto riguarda l'acido citrico. Va assunto o meno? È presente in tantissimi alimenti e quelli che non lo contengono (e da me trovati) sono pochi.

  • Allergia "scomparsa" a distanza di 12 anni dal vaccino

    Fin da quando ero piccolissimo ho sofferto di allergie e asma. Ora di asma non soffro più, il medico la chiamava pre-asma da bambino cosa significa? Ero allergico a diverse cose come polline, noccioline, pesce, piselli, polvere 4 grado e fumo 4 grado e forse altro. Così ho eseguito il vaccino all’età di 4-5 anni non ricordo per quanti anni forse 3-4 anni e adesso che ho 22 anni mangio di tutto e non manifesto nessun tipo di allergia a niente e gioco a calcio. Vorrei sapere se posso essere guarito del tutto? So che il vaccino ha una durata di poco tempo, mentre sono ormai più di 12 anni. Mi potrà tornare questa allergia? Volevo anche chiederle chi è allergico e più facile che sviluppi tumori?

  • Allergia a 18 anni, come capire a cosa è dovuta

    Ho 18 anni e da qualche mese a questa parte non ho più fatto una notte come si deve (non che di giorno vada molto meglio!). Ho la tosse e il naso costantemente chiuso. All'inizio ho pensato che fosse un normalissimo raffreddore, ma a distanza di così tanto tempo credo che sia più probabile una allergia. Ma io non sono mai stato allergico: come posso capire se è davvero allergia e, sopratutto, a che cosa sono allergico? Non credo possa essere un polline, visto che è iniziato tutto circa a marzo e continua ancora adesso senza interruzione!

  • Allergia a inalanti e tatuaggio

    Ho scoperto da 4 anni di essere allergico a: Dermatophagoides farinae (++++) Dermatophagoides pteronyssinus (++++) Parietaria (++++) Olivo (++++). Posso fare un piccolo tatuaggio?

  • Allergia a ketoprofene da verificare

    Mio figlio di 18 anni, a 11 anni ha avuto un attacco allergico con shock anafilattico. Si è ipotizzato che questo fosse stato causato dall'assunzione di ketoprofene avvenuta circa 8 ore prima. Tale allergia non è mai stata dimostrata, la si è sempre presunta, visto che mio figlio risultava negativo alle allergie da alimenti, polveri, muffe. pollini, animali ecc. Adesso vorrei sapere se è possibile fare un test per avere la certezza della sua allergia al medicinale. Naturalmente ha già fatto dei test per vedere quali alternative ci possono essere e queste sono già state trovate.

  • Allergia a nichel e formaldeide

    Da bambina sono risultata allergica alla parietaria e ho eseguito il vaccino per tre anni e diciamo che sono guarita da questo problema. Da circa un'anno, ora ho 30 anni, ho un problema agli occhi: mi si arrossano esternamente sulla palbebra superiore ed inferiore, alcune volte si gonfiano. Dopo molti esami ho eseguito il patch test: risultato positivo a formaldeide(++) e nichel (+) e mi hanno prescritto l'antistaminico. Vorrei maggiori informazioni su questi allergeni e quali sono i comportamenti da evitare e se bisogna stare attenti anche all'alimentazione e in quali alimenti sono contenuti.

  • Allergia a orecchini d'argento

    Volevo sapere: si può avere una allergia all'argento? Porto anelli di argento senza problemi, ma ho avuto una reazione a un orecchino d'argento. Cosa può essere successo?

  • Allergia ad alcuni antibiotici

    Che cosa significa essere allergici ad amoxillicina e cefalosporine? Come ci si deve comportare?

  • Allergia ad aspergillus che non risponde ai farmaci

    Sono una donna di 52 anni. Da circa un anno e mezzo ho asma allergico ad aspergillus fumigatus oltre che al gatto. Mi curano con cortisone tramite puff e spray nasale due volte al giorno. Da ormai 2 settimane nonostante le dosi raddoppiate di entrambi i medicinali e nonostante usi una mascherina protettiva non riesco a stare bene; costrizione al petto, fatica a respirare sia con naso che con bocca, fame d'aria, ostruzione nasale, rinite, prurito agli occhi, disturbi del sonno fino ad arrivare ad avere il sibilo proprio dell'asma. Il medico mi dice che è normale questo è il periodo della "fioritura" dell'aspergillus: non mi resta che stare male per i prossimi 2 mesi finchè non si abbassa la temperatura?

  • Allergia agli acari

    Mio figlio è risultato allergico agli acari (+++). Ha avuto solo nel mese di settembre il raffreddore, gli colava il naso con una certa insistenza al mattino, ora ha solo un lieve raffreddore. Siccome anche io sono allergico agli acari e l'allergia mi ha portato l'asma e la sinusite, vorrei sapere se è il caso di far cominciare il vaccino a mio figlio (ha 9 anni) e quale è meglio fare, quello preso per bocca o tramite puntura. L'allergia di mio figlio potrebbe rimanere lieve con dovute precauzioni preventive (niente tappeti, tende e pupazzi). Se è lieve è possibile che mio figlio riesca a combattere l'allergia solo con gli anticorpi.

  • Allergia agli acari, quando fare il vaccino

    SHo un bambino di 4 anni che è risultato allergico agli acari. Circa una volta al mese per i primi due giorni sternustisce spesso e ha il naso secco senza una goccia di muco, dal secondo giorno inizia la tosse secca e profonda che il terzo giorno inizia a diventare più grassa, poi tossisce meno e smette intorno al quinto girono. Tutto questo almeno una volta al mese: è il caso di fare vaccino?

  • Allergia agli anestetici locali

    Giorni fa ho appreso dal telegiornale di una donna che durante un'estrazione dentale è morta per allergia all'anestesia. Documentandomi leggo molti casi analoghi. Dovendo togliere anch'io un dente mi chiedevo se queste persone avessero fatto prima le prove allergiche oppure se non esista un test che abbia una sicura attendibilità.

  • Allergia ai farmaci antipiretici: come svelarla

    Quando ho la febbre se prendo qualsiasi medicina mi spunta un'orticaria fugace ovunque. Ho fatto diverse prove allergiche (quando non avevo febbre) e non si verificava nessuna reazione: il problema compare quando c'è la febbre. Può essere correlato?

  • Allergia ai lieviti e disturbi gastrointestinali

    Da anni soffro di problemi gastrointestinali quali gonfiore addominale, bruciore di stomaco, meteorismo, cattiva digestione e reflusso gastroesofageo. L'anno scorso ho effettuato una gastroscopia che evidenziava un'ernia iatale da scivolamento con conseguente mrge. Il gastroenterologo mi ha prescritto ipp e anticidi, ma con il passare dei mesi i miei disturbi non si sono attenuati anzi, vi è stata la comparsa di ulteriori sintomi quali rinite e gonfiore dei turbinati. Un rast test evidenzia una leggera allergia ai lieviti (0,25 U/ml). L'allergologo a questo punto mi dice, visti i miei sintomi, di eliminare tutti i prodotti da forno, patate e latticini. È una dieta molto difficile da seguire. Secondo lei è necessaria? I miei disturbi sono davvero in parte collegati all'allergia?

  • Allergia ai profumi e agli olii essenziali

    L'anno scorso ho scoperto di essere allergica ai profumi che mi procuravano l'insorgere di bolle e prurito. Da quel momento ho cominciato a usare prodotti specifici privi di profumi, verificando accuratamente che tra gli ingredienti non vi fosse la parola "profumo" o "fragrance". Tuttavia mi è sorto un dubbio: sono allergica anche agli oli essenziali? La domanda mi è sorta perché molti prodotti per la cura e la pulizia del corpo contengono questa voce tra gli ingredienti.

  • Allergia ai profumi mix e a un lipogel

    A seguito del patch test sono risultata allergica ai profumi mix e a un lipogel che contiene: ciclopentasiloxane, tocopheryl acetate, hydrogenate castor oil, ethylhexyl palmitate,dimethiconol. L'allergologa mi ha detto che l'edema al viso che avevo avuto fortissimo è quindi stato causato dalla crema, che in teoria però non conterrebbe allergeni, non mi ha però dato altra indicazione se non evitare i prodotti con profumo. La mia paura però è di utilizzare qualcosa con gli ingredienti citati, non so più cosa utilizzare, le chiedo se è possibile un'allergia alla vitamina E o all'olio di ricino o altro. Le chiedo inoltre se devo eliminare tutti i prodotti alimentari contenenti "aromi".

  • Allergia al cavallo: che fare se la figlia pratica equitazione

    Sono allergica a graminacee, acari, cani, gatti, betulla e soprattutto al cavallo. In questo periodo con inalazioni di ccortisone sto bene, non assumo antistaminici. Dal rast test gli allergeni a cui sono più sensibile sono gramminacee, betulla, acari e cavallo. Mi è stato quindi sconsigliato di avvicinarmi ai cavalli, però mia figlia intende praticare equitazione. Volevo sapere se ci fosse una maschera particolare da indossare affinché io possa non inalare gli allergeni del cavallo mentre accompagno la bambina al maneggio.

  • Allergia al cobalto, quale alimentazione

    Risulto positiva a una forte allergia al cobalto che mi comporta mal di stomaco, meteorismo e rossore sulla pelle del viso e mani. Le volevo chiedere che tipo di alimentazione posso seguire e che cibi sono da evitare.

  • Allergia al gatto con sintomi respiratori assenti

    Sono un ragazzo che presenta diverse allergie (alternaria, acari, graminacee, erba canina) tra le quali anche la forfora di gatto e cane. Fortemente quella di gatto. Ho una gatta sterilizzata che d'inverno sta per lo più in casa e d'estate è praticamente sempre fuori. A tutt’oggi non ho sintomi alle vie respiratorie però vorrei sapere se è sconsigliato che io abbia un animale in casa anche se non ho sintomi. Inoltre, è vero che se la gatta è sterilizzata l'allergia mi si presenta in forma più lieve o è addirittura del tutto assente? Da dicembre mi si sono presentate sul corpo (braccia e gambe) delle zone con pelle secca, al centro arrossata e con prurito: è possibile che la causa sia la mia allergia alla forfora di gatto?

  • Allergia al gatto siberiano

    Ho di recente adottato un gattino, purtroppo il mio fidanzato, asmatico, ne è fortemente allergico. Attualmente lui non vive con me, ma le visite a casa mia sono diventate fonte di disagio per entrambi. Il gatto è un siberiano, ma nonostante varie testimonianze dicano che questa razza sia ipoallergenica, nel nostro caso così non è. Mi chiedo quali possano essere gli accorgimenti utili per ridurre i suoi sintomi, che sono per lo più difficoltà respiratoria, occhi rossi, rinite e starnuti. Con altri gatti soffre anche di orticaria, in questo caso assente. È possibile che purificatori d'aria o ionizzatori o aspirapolvere specifico con filtro HEPA abbiano effetti migliorativi?

  • Allergia al lattice

    Per gli allergici al lattice quanto può essere pericolosa l’assunzione di alcuni alimenti? Quali possono essere questi alimenti? C'è una graduatoria d'importanza?

  • Allergia al lattice e asma

    Ho 40 anni e sono allergica al lattice. Nel 2007 sono stata ricoverata per asma bronchiale di tipo allergico. Dovrò per sempre fare una terapia con cortisone spray? Vivere al mare potrebbe risolvere il mio problema?

  • Allergia al nichel

    Sono allergico al nichel solfato, posso sapere che tipi di pasta posso mangiare poiché non posso assumere quelle con farina di grano intero? Poi se è possibile vorrei sapere se il PRIST-RAST e più specifico e sensibile del PATCH-TEST.

  • Allergia al nichel e lievito

    Sono allergica al nichel, e di conseguenza al lievito chimico usato per dolci, e vorrei sapere se il lievito usato per i celiaci può esserne una alternativa.

  • Allergia al nichel, che fare

    Ho fatto i test per l'allergia (prick test) e il risultato è stato: allergia al nichel 3+ e istamina 2+. Dopo di che, però, non mi hanno dato nessuna indicazione su come devo comportarmi. Mi è stato solo consegnato un opuscolo con su gli alimenti vietati. Quindi devo toglierli per sempre? E che altro devo fare?

  • Allergia al nichel, cheloidi e intervento maxillo-facciale

    Vorrei sapere se una persona che ha un problema come cheloidi e allergia al nichel possa subire un'operazione maxillo-facciale.

  • Allergia al nichel, dermatite e altri disturbi

    Da circa 30 anni ho l'allergia da contatto al nichel ma ultimamente ho diversi problemi con gli occhi (sempre gonfi anche se non in modo eccessivo) e nell'ultimo mese ho iniziato ad avere il labbro superiore gonfio e secco. Nell'ultimo paio di anni lamento anche stanchezza insistente, malessere generale diffuso e, inoltre, ho sempre la pancia gonfia e a volte dolori addominali molto forti. È possibile che la causa sia ancora l'allergia al nichel e che cosa devo fare per accertarlo in via definitiva?

  • Allergia al nichel: alimenti da evitare

    Mi è stata diagnosticata un'allergia al nichel; mi è stata data una tabella degli alimennti da evitare ma, a volte, non è chiaro cosa realmente contiene nichel. Cercando su internet trovo, ad esempio, che l'uovo non lo contiene, invece io lo ho negli alimenti vietati, non capisco che olio e condimenti mi son concessi. Esiste un elenco a cui far riferimento? Ogni giorno è un problema capire cosa mangiare e cosa no.

  • Allergia al pelo del cane, come esserne sicuri

    A giugno dello scorso anno ho adottato un cucciolo di Jack Russell. Dopo 4 giorni non riuscivo a respirare bene e il mio medico mi ha detto che si trattava di asma data da allergia al suo pelo, oppure all'ulivo in fiore. Mi son curata con antistaminico e ho dovuto allontanare il cane. Ora mi sono fatta prescrivere i test cutanei a lettura immediata. Riuscirò a capire se si tratta effettivamente del pelo del cane?

  • Allergia al pomodoro, ma solo se crudo

    Sono la mamma di una bimba di 6 anni, celiaca. Nel corso di una visita pneumologica per asma le hanno fatto anche i prick test ed è risultata allergica a pomodoro e arachidi (entrambi con voto 3). Ma lei quando mangia pomodoro cotto non ha nessun disturbo. Il dottore mi ha detto di continuare a farglielo mangiare. È vero che puo continuare a mangiarlo? Se continua a mangiarlo la sua allergia puo aumentare? Si puo verificare uno shock anafillattico?

  • Allergia al sudore, che cosa fare

    Che esame posso fare per sapere se sono allergico al sudore? È da molto che noto che in testa ho prurito(col caldo e anche col caldo da termosifoni) e se sudo molto mi viene da grattare e compaiono chiazze rossastre.

  • Allergia all'Aloe e ai gamberetti

    Sono una ragazza di 22 anni e tre settimane fa ho avuto un importante sfogo cutaneo con ponfi rossi e gonfi senza particolare prurito. L'allergologa ha suggerito come causa l'Aloe vera poiché avevo da poco acquistato un cuscino memory contenente quella sostanza e ero solita usare un olio all'Aloe. ora i ponfi stanno lentamente scomparendo. I risultati allergolocigi con il prelievo del sangue non evidenziano la causa dei ponfi, è però risultato che sono allergica ai gamberi con un valore di 5,50 IgE ku/l (non li mangiavo da mesi). È possibile avere una reazione allegica all'Aloe vera? Avendo questo livello di allergia ai gamberi, non mi è più permesso mangiare crostacei o posso, in piccole quantità e raramente?

  • Allergia all'alternaria con congiuntivite

    Da circa 2 anni soffro di allergia con congiuntivite cronica: sto bene solo quando prendo antistaminici e uso colliri. Pochi giorni fa ho fatto il prick test risultando positivo all'alternaria. Mi è stato consigliato di fare anche le analisi del sangue specifiche. Siccome quando ho fatto il prick test non ho potuto prendere antistaminici per sette giorni: la stessa cosa vale per le analisi del sangue? Inoltre, abitando in campagna purtroppo non posso tenermi alla larga da questo allergene, cosa mi consiglia di fare?

  • Allergia all'istamina

    Volevo sapere se esiste l'allergia all'istamina e, in caso affermativo, quali sono i sintomi.

  • Allergia alla lanolina: quali derivati ai quali stare attenti

    Sono un ragazzo di 22 anni, dopo un patch test mi è stata riscontrata una forte allergia alla lanolina. Mi è stato detto di fare attenzione anche agli alcoli della lanolina per quel che riguarda prodotti tipo saponi, creme e shampoo, ma non mi è stata data nessuna lista. Sa dirmi quali sono gli alcoli della lanolina e che sostanze devo controllare nelle etichette dei componenti?

  • Allergia alla lidocaina e imminente estrazione di un dente

    Una allergia alla lidocaina avuta dal dentista tre anni fa mi causò shock anafilattico; a distanza di tempo il problema si ripresenta: dovrei estrarre un dente del giudizio e mi sono fatto tutti i test all'anestetico mepivacaina (patch, prick, sottocutanei e intradermo fino ad 1,8 ml) risultando negativo a tutti. Nonostante i test fatti negativi la puntura praticata in bocca potrebbe essere differente e quindi causarmi dei rischi di allergia o posso stare tranquillo come i test dimostrano?

  • Allergia alla mela e test per i farmaci

    Nel 2002 (all'eta di 23 anni) ho avuto una reazione allergica con prurito rossore e gonfiore alla gola, dovuto all'ingestione di una mela. Al pronto soccorso mi hanno somministrato cortisone e antistaminico. Al prick test sono risultata allergica alla mela. Adesso ogni due anni ripeto i test e si sono aggiunte arachidi, soia, pesca, prugna. È vero che posso mangiare mela e pesca cotte? Ora mi sono comparse delle pustoline sulla pelle dopo uso del corsodyl per i denti. Secondo lei devo fare i prick test anche per i medicinali? Perché sono in gravidanza alla fine del quinto mese, però mi hanno consigliato di non fare i prick test, per precauzione. L'omeopatia secondo lei può risolvere in parte il mio problema?

  • Allergia alla parietaria e vaccino

    Sono una donna di 44 anni vivo a Procida e soffro di allergia da 20 anni. Un test che feci all'epoca mi diagnosticò un'allergia alla parietaria, pertanto quando questa pianta fiorisce sto malissimo; gli antistaminici mi danno solo sonnolenza e quando mi risveglio ho solo una piccola pausa di tranquillità e poi sto di nuovo male. Molti mi parlano di vaccini. Mi farebbe piacere avere un suo parere, soprattutto sull'iter da seguire e quando farlo.

  • Allergia alla parietaria: sintomi che persistono tutto l'anno

    A mia figlia, 23 anni, è stata diagnosticata allergia alla parietaria. Da circa due anni prende un vaccino sublinguale ma a me pare che non ci siano stati miglioramenti sostanziali. Ha secrezioni nasali che durano tutto il giorno e starnuti ripetuti. Tale stato non migliora nei mesi freddi (e non me lo so spiegare) nè in luoghi più asciutti.

  • Allergia alle foglie di fico

    Vorrei sapere se è possibile che le foglie del fico in questa stagione diano una reazione allergica (sfogo cutaneo principalmente nel viso intorno alla bocca).

  • Allergia alle graminacee

    Mi hanno riscontrato l'allergia a graminacee e composite. Io ho sempre pensato che fosse riferito ai pollini. Ma adesso mi sorge un dubbio. Non è che vale anche gli alimenti? Per esempio: ho scoperto che la segale fa parte della famiglia della graminacee e io mangio sempre il pane di segale. Oppure la lattuga delle composite. Devo stare attenta anche a quello che mangio?

  • Allergia alle graminacee vivendo in campagna, che fare

    Sono allergico alle graminacee con 4 crocette e vivo in campagna, perciò da maggio fino a settembre continuo a starunite e a soffiare il naso. Che cosa posso fare?

  • Allergia che compare nella casa in montagna

    Mia moglie da circa 2 anni soffre di allergia nel momento in cui entra nella casa di montagna. La casa è nuova, ha il tetto completamente ricoperto con travi e assi di legno in pino. Non abbiamo tappeti né tende. La polvere che troviamo in giro è molto secca perché la casa è asciutta e si riesce a scaldare velocemente con i caloriferi. L'abbiamo da circa 6 anni, però il problema di allergia è iniziato da circa 2 anni con occhi rossi, starnuti, tosse. I test allergologici hanno evidenziato una allergia agli acari. Lo scorso WE abbiamo raccolto dei campioni di polvere della casa e del legno: esistono dei centri che oltre a fare i test classici possono verificare se il paziente è allergico anche ad altre sostanze (es i campioni da noi raccolti)? Come mi consiglia di procedere nell’analisi della problematica.

  • Allergia con prick test negativi

    Da un anno e mezzo circa soffro di rinite e tosse allergiche per le quali, per ora, non abbiamo trovato l’allergene (o gli allergeni): i prick test eseguiti con i comuni allergeni inalanti hanno dato tutti esito negativo. Sospetto di essere allergica al pelo del gatto, ma non tutti i gatti mi scatenano i sintomi: può essere? Inoltre, quest’estate mangiando una pesca a morsi mi è comparso, quasi subito, un fortissimo prurito al viso, specie intorno alla bocca, con arrossamento. Volevo sapere: è possibile avere una allergia da contatto con la buccia della pesca anche se quando mangio le pesche a tavola con coltello e forchetta non mi accade nulla? E se così fosse quali potrebbero essere le allergie crociate?

  • Allergia e punture di insetto

    Vorrei sapere se una puntura di insetto può causare danni all'organismo a distanza di molto tempo (10 anni fa sono stata punta da una grossa vespa in Polinesia). So che la domanda può sembrare bizzarra, ma ho dei malesseri sempre più accentuati violenti capogiri e debolezza fortissima con tachicardia- e tutti gli esami fatti finora sono risultati negativi.

  • Allergia e stanchezza

    Ho 45 anni, allergica principalmente agli acari (++++) e alle graminacee (++++) con asma in remissione e dermatite atopica, principalmente al viso. Poiché l'esposizione a questi allergeni mi provoca infiammazione alla trachea/gola, ma soprattutto stanchezza che sta condizionando in maniera evidente la qualità di vita, il mio medico mi ha consigliato l'uso di antistaminici imputando la stanchezza al rilascio di istamina. Purtroppo tutti gli antistaminici che ho provato, anche assunti la sera mi provocano stanchezza, stordimento e mal di testa. Quindi volevo chiederle se esistono delle valide altenative.

  • Allergia e test

    Desidererei sapere dove effettuare test allergici specifici per i farmaci. Sono attendibili?

  • Allergia ed esami

    Come si può capire se si è celiaci, o allergici al latte, o al lievito in attesa di fare gli esami specifici?

  • Allergia, antistaminici, infiammazione

    Ho ventidue anni e sono un soggetto allergico: dai test sono risultato allergico ad alcuni pollini e sostanze presenti in determinati alimenti, anche se non ho mai avuto sintomi dopo ingestione di quegli alimenti, mentre ho sintomi allergici nel periodo primaverile. Da circa un anno però mi è comparso un insopportabile prurito diffuso, con formazione di chiazze rosse e pomfi, che riesco a tenere a bada solo con antistaminici. Al momento ho smesso di prendere gli antistaminici perché non penso di poter andare avanti per sempre e perché ho paura che siano anche causa della mancata guarigione di un'infiammazione al braccio dx (che perdura da ormai un anno e più). Potrebbe esserci correlazione tra l'assunzione di antistaminici e la mancanza di guarigione da questa infiammazione? Inoltre, è possibile guarire dall'allergia smettendo di prendere gli antistaminici sperando che il corpo si abitui agli allergeni?

  • Allergica alla pillola

    Da un paio di giorni ho assunto luna pillola anticoncezionale. Volevo sapere in quanti giorni dalla prima pastiglia può verificarsi l'allergia, in quanto anni fa risultai allergica a un’altra pillola.

  • Allergici ai bisolfiti

    Quali alimenti deve evitare chi è allergico ai bisolfiti? Anche le anestesie locali sono pericolose? E le acque termali?

  • Allergici alle punture di ape

    Le punture d'ape possono essere pericolose per chi è allergico? Se si viene punti si rischia uno shock anafilattico? Come si fa a sapere se si è allergici? Quali sono i primi sintomi di shock anafilattico? Quali i primi interventi di pronto soccorso?

  • Allergico agli antidolorifici

    Io sono allergico a tutti gli antidolorifici. come mi devo comportare? Quali farmaci posso prendere in caso di mal di testa per esempio? Nessuno mi ha saputo dare una risposta.

  • Allergico al prick test ma senza sintomi

    Ho quasi 20 anni e da molto tempo so di essere un soggetto allergico, ma l'unico avvenimento di allergia che ho avuto è stato all'età di 6 anni dopo aver assunto uno sciroppo per la tosse e aver mangiato arachidi. Da allora mi hanno prescritto più volte di fare prick test ma ogni volta risulto allergico ad alimenti, pollini ecc. che mangio e respiro tutti giorni senza che mi causino alcun sintomo. Se questi alimenti, polveri o pollini non mi causano sintomi devo comunque considerarmi un soggetto fortemente allergico?

  • Allergie a mercurio ammonio cloruro e tatuaggi

    Con un'allergia al mercurio ammonio cloruro si può fare un tatuaggio?

  • Allergie ad acari e gamberi

    Recentemente mangiando dei gamberi (sempre mangiati e mai avuto problemi) ho avuto un bruciore forte in bocca e mi si è gonfiato il labbro, sono andata al pronto soccorso e mi hanno fatto del cortisone e dell'antistaminico, ho fatto la visita dall'allergologa la quale mi ha dato degli esami Rast da fare, sono risultata positiva in maniera elevata ad acari e graminacee (coda di topo) e mi ha detto che la colpa della reazione che ho avuto è degli acari per la cross reattività con i crostacei, mi ha detto tassativamente di evitare quelli e anche i molluschi. Visto che sono allergica anche alle graminacee, è possibile che possa avere reazioni anche con altri alimenti? Esiste un vaccino e, se sì, potrò tornare a mangiare crostacei e molluschi? grazie dell'attenzione.

  • Allergie ai peli di animali

    Gentilmente vorrei sapere se per l'allergia al pelo del gatto e del cane è necessario effettuare un vaccino o se è sufficiente un antistaminico recuperabile in farmacia. Nel caso la risposta dovesse essere la prima, ovvero il vaccino, ogni quanto andrebbe effettuato? Grazie in anticipo.

  • Allergie alle pennicilline

    Una donna allergica alla amoxicillina e ad altre penicilline semisintetiche può prendere un farmaco a base di fosfomicina trometamolo se soffre di costanti cistiti?

  • Allergie e anestasia locale per estrazione dentale

    Sono allergica ad alcuni alimenti come kiwi e latticini e anche farmaci come ceftriaxone e amoxicillina + acido clavulanico. La scorsa settimana il mio dentista ha dovuto farmi una piccolissima dose di anestetico. Ora devo estrarre un dente del giudizio e per precauzione userà lo stesso anestetico, ma almeno con dosaggio triplo. Secondo lei posso stare tranquilla o stare in allerta per un'eventuale allergia con una dose così elevata?

  • Allergie e shock anafilattico

    Avrei alcune delucidazioni da chiedere sulle allergie, o meglio sullo shock anafilattico: le allergie da polline possono portare a dei veri e propri shock anafilattici? È possibile che l'anestesia locale praticata dal dentista dia origine ad uno shock anafilattico anche se fin da piccola non ho mai avuto problemi e le avrò fatto 20 o 30 volte? Un antibiotico preso più volte nel corso della vita può ad un certo punto provocare uno shock anafilattico? Ho fatto i test alimentari e non sono allergica a nulla. I prick test hanno dato come esito una sensibilità al colore rosso e una pelle ricca di istamina. Un'allergia alimentare può svilupparsi anche se i test sono negativi e provocare uno shock anafilattico?

  • Allergie in aumento, come mai

    Buon giorno, ho una curiosità: come è possibile che le allergie siano aumentate così tanto negli ultimi anni? E perché anche le sostanze che causano allergia sono diventate più numerose?

  • Allergie in estate: quali le più frequenti

    Quali sono in Italia le allergie più comuni in estate? Mia figlia è allergica (per ora sappiamo solo al latte e derivati) e andrà a fare una settimana al mare con le sue amiche. È la prima volta che va via da sola e sono un po' in ansia. Per ora ha soltanto avuto reazioni contenute. A che cosa deve stare più attenta e che cosa è meglio che porti con sé come farmaci?

  • Allergie insorte in età adulta

    Salve, vorrei sapere se è vero (e nel caso perché) che le allergie quando insorgono in età adulta, o comunque da ragazzi e non durante l'infanzia, sono più "pericolose" e più difficili da curare.

  • Alleviare i sintomi dell'allergia in un bimbo di 4 anni

    Mio figlio di 4 anni, da un anno soffre di reazioni allergiche ad alcuni alimenti, tinture ed eccipienti contenuti nei farmaci. Oltre all'eczema il suo problema è il broncospasmo, di solito curato con cortisone e/o broncodilatori ma siamo arrivati anche all'adrenalina. Esiste una qualsiasi cura in grado di alleviare le reazioni, anche perché si aggiungono sempre nuovi alimenti ed eliminare tutti è imposssibile.

  • Attacchi di dissenteria nonostante dieta priva di lattosio

    Il problema, apparentemente identificato, di mio figlio mio figlio di 17 anni sembra essere un'intolleranza al lattosio. Prese le dovute precauzioni, beve il latte ad alta digeribilità, consuma alimenti rigorosamente senza lattosio. Nonostante questo spesso succede che a mio figlio capitino attacchi di dissenteria e questo produce insicurezza di poter uscire senza incappare nella necessità impellente di andare in bagno. Qual è il possibile percorso da intraprendere per trovare una soluzione al caso?

  • Bambini celiaci

    Ho una figlia di cinque anni che frequenta la scuola materna e a giorni, tra le altre attività, i bimbi giocheranno con la segale, la soia e il favino. Mia figlia è celiaca, devo preoccuparmi e/o prendere qualche precauzione?

  • Bolle sulle mani e criceto

    Mia figlia di 12 anni ha sulle mani delle bolle non tropo grandi, ma rosse e pruriginose. Si gratta ogni volta che finisce di giocare con il suo criceto, che la morde e la lecca abbondantemente, e dopo essersi grattata la sua mano diventa interamente rossa e le bolle aumentano. Può essere allergia o di quale altro disturbo può trattarsi?

  • Bollicine rosse sul collo: consultare dermatologo o allergologo?

    Ho 53 anni; da 3 anni circa mi sono comparse delle bollicine rosse al collo (esattamente nella piega del collo). Sono stato da un dermatologo che mi ha prescritto diverse pomate e pastiglie senza risultato. Come faccio a sapere di cosa si tratta? Mi consiglia una visita da un allergologo? C'e differenza (in questi casi) tra visita allergologa e dermatoligica?

  • Capsule dentali e allergie

    Devo mettere una capsula dentale: mi hanno proposto due tipi di capsule, una con nichel e una anallergica, con ovvia differenza di costo. Io quando indosso orecchini di bigiotteria, mi si irrita un po' il lobo dell’orecchio, e quando indosso collane con in gancetto non in oro, mi si irrita un po' la pelle; invece braccialetti, gancetto reggiseno, anelli o altro non mi crea fastidio. Se dovessi mettere la capsula con nichel, mi causerebbe problemi alle gengive?

  • Come diagnosticare l'intolleranza al lattosio

    Per diagnosticare l'intolleranza al lattosio l'unica strada è il breath test? Io mi sento male solo a mangiare un pezzetto di grana, per cui sono restia a prestarmi a questo test. Ho eliminato completamente il lattosio dalla mia dieta, per poi reintrodurlo con l'alimento che, in teoria, dovrebbe dare meno problemi (grana e parmigiano), ma ogni volta che ci ho provato ho riscontrati i medesimi sintomi: posso ritenermi intollerante al lattosio con una certa sicurezza anche senza sottopormi a un test che, con ogni probabilità, mi farebbe stare molto male?

  • Come difendersi dagli acari

    Le chiedo gentilmente se gli aeratori ad oggi in commercio sono risolutivi nel ridurre gli acari e i relativi problemi per chi ne è allergico. Esistono delle alternative efficaci?

  • Come si diagnostica l'intolleranza al lattosio

    Come si diagnostica l'intolleranza al lattosio e lattulosio? È sufficente il "breath test"?

  • Contenuto in lattosio delle carni

    Sono intollerante al lattosio; attualmente sono in fase di disintossicazione, su consiglio del mio medico di famiglia, visto il recente eccessivo gonfiore addominale. Il mio medico mi ha consigliato di eliminare anche i prodotti delattosati durante questa fase, mentre non ha saputo fornirmi una risposta riguardo il consumo di determinati tipi di carne. Ho sentito dire che la carne d'agnello, di maialino, di capretto e di vitello contengono lattosio anche se in percentuale minima ed è quindi meglio non consumarli durante questa fase, mentre il bovino e il suino adulti non ne contengono. Qual' è la sua opinione?

  • Cosmetici e arrossamento degli occhi

    Da circa un anno ho notato che alcuni cosmetici mi danno fastidio agli occhi che mi si arrossano e lacrimano. La situazione è andata pegiorando e ora anche se utilizzo quelli dermatologicamente e oftalmologicamente testati, gli occhi mi bruciano tantissimo, mi lacrimano, mi si arrossa la vena e mi cola perfino il naso. Quasi tutti i cosmetici mi danno questo problema, e anche se poi mi strucco e per giorni non uso più niente la vena dell'occhio mi rimane comunque arrossata e l'occhio mi brucia e mi lacrima.

  • Crisi respiratoria dopo la piscina

    Da circa un mese nuoto in piscina per circa un'ora, 2/3 volte a settimana in orario molto affollato. Le ultime tre volte, circa 2 ore dopo, ho accusato senso di oppressione al petto, crescente dispnea, tachicardia e leggera febbre. La crisi dura per alcune ore e si risolve spontaneamente al mattino. Controlli fatti non hanno evidenziato particolari problemi respiratori a riposo né alcun problema cardiaco o polmonare, e mi sono stati prescritti esami del sangue con IgE specifiche (pannello inalanti). Posso essere allergica a sostanze presenti nell'ambiente della piscina? Le IgE sono utili per diagnosticarla?

  • Cure per l'allergia se si soffre di epilessia

    Volevo sapere come si può fare a curare l'allergia parietaria e altre allergie di questa stagione in chi è affetto da epilessia. Vaccini non se ne possono fare, antistaminici non se ne possono assumere, i prodotti omeopatici non hanno funzionato; quale alternativa ci sarebbe?

  • Dermatite atopia e intolleranza alimentare

    mia figlia 7 anni soffre di dermatite atopica. Uso sempre detergenti delicati appositi sia per la cute che per il corpo. Fino a ora però non aveva mai avuto manifestazioni particolarmente gravi. Sono però 15 gg che ha bolle grandi con croste su gran parte del corpo. Cura del dermatologo: antibiotico per bocca, crema (clorchinaldolo e diflucortolone) e gocce di antistaminico per un paio di settimane. Mi ha fatto togliere alimenti che potrebbero essere scatenanti e mi ha detto che senza fretta possiamo fare le analisi del sangue per vedere eventuali allergie alimentari. Secondo lei non è il caso di farle subito nel pieno della manifestazione cutanea?

  • Dermatite atopica nel lattante e alimentazione della mamma

    Mia figlia di 6 mesi ha la dermatite atopica, la pediatra le ha fatto le prove allergiche in ambulatorio mettendo le gocce sul braccio e facendo un piccolo buchetto con l’ago, sono emerse delle bolle in corrispondenza del latte e dell’uovo pertanto allattandola ancora io in maniera esclusiva (non ne vuol sapere delle pappe!) ho tolto latte e uova dalla mia dieta, chiedo, sono attendibili queste prove o è troppo piccola? È giusto limitare la mia dieta togliendo latte e uova?

  • Dermatite da contatto alle palpebre

    A settembre mi sono recata da un dermatologo poiché presentavo, inizialmente sulla palpebra inferiore di un solo occhio e poi anche su quella dell'altro, un forte rossore accompagnato da leggero gonfiore, prurito e secchezza. In quella circostanza mi è stato diagnosticato un eczema da contatto e ho eliminato il trucco e seguito una terapia locale per un mese. Al termine della terapia il problema si è ripresentato a distanza di pochi giorni e non so più cosa fare. A questo punto come posso capire a quali sostanze sono allergica? È consigliabile un patch test oppure altri esami?

  • Dermografismo tardivo e test da eseguire

    Soffro di dermografismo tardivo, con pelle che si arrossa senza apparente motivo, dopo aver mangiato e dopo aver sfiorato qualche oggetto, e sensanzione di prurito e a volte di calore. Dalle prove allergiche risulto un po' allergica agli acari della polvere. Mi sono stati prescritti antistaminici quando sto molto male per 10 giorni e una dieta priva di istamina. Penso di essere intollerante a qualcosa, perchè quando mangio cioccolato o minestrone mi brucia la gola e quando prendo tiroxina per la tiroide ho qualche fastidio intestinale. È utile fare test per intolleranza al lattosio e al nichel? Un test per tutte le intolleranze esiste?

  • Desquamazione di mani e piedi

    Mia figlia di 4 anni sta manifestando da circa un mese una desquamazione di mani e piedi. Prima di questo fenomeno aveva accusato due forti episodi di reazione allergica (che il medico locale ha identificato come orticaria) curati con antistaminici e cortisone. Questi sintomi sono correlati? E il cloro della piscina potrebbe essere la causa di queste manifestazioni? Dietro suggerimento del nostro pediatra in italia (viviamo a Capo Verde) abbiamo anche effettuato un esame delle feci per la ricera di parassiti che però ha dato esito negativo. È consigliabile effettuare i test per le allergie alimentari? Il nostro pediatra ci sta scoraggiando a riguardo.

  • Diagnosi di allergia al lattice

    Per sapere se sono allergica al lattice è sufficiente l'analisi del sangue oppure occorrono altri accertamenti?

  • Diagnosi di intolleranza al lattosio

    Come si diagnostica l'intolleranza al lattosio e lattulosio? È sufficente il "breath test"?

  • Dieta e allergie

    Sono risultata intollerante al glutine, alla caseina, al riso, e al nichel. Non so che cosa posso mangiare...

  • Dieta e farmaci per l'intolleranza al lattosio

    Ho un intolleranza al lattosio, vorrei sapere come posso comportarmi; ovvero se devo fare delle diete e che tipo di dieta; esiste una lista di prodotti che posso prendere?

  • Dieta priva di istamina: quali alimenti evitare

    Spesso a mia sorella compaiono rossori improvvisi sul corpo con tanto prurito sulle zone arrossate. Il medico crede che abbia l'orticaria e sia intollerante all'istamina presente negli alimenti, ma per ora le analisi di routine non hanno rilevato alcuna intolleranza. Il dermatologo ha detto di fare una dieta priva di istamina per un mesetto circa, ma non abbiamo trovato una lista affidabile di alimenti “permessi” o “da eliminare”, potrebbe darci qualche indicazione?

  • Disidrosi e allergie plurime, possibili cure

    Sono un ragazzo di 33 anni da 8 mesi il mio organismo sta producendo istamina in grandi quantità. Sintomi: bolle sul palmo delle mani con desquamazione prurito intenso anche sotto la pianta dei piedi e dietro la nuca. Gli esami allergologici evidenziano allergia ad acari della polvere, graminacee, pelo di gatto e cane e, a livello alimentare, intolleranza a sedano e nocciola. A livello dermatologico mi hanno riscontrato disidrosi, e poi intolleranza allergica, ma ad oggi a parte raccontarmi che la causa e lo stress non trovo una cura. Come dovrei muovermi?

  • Disturbi intestinali se si è in sovrappeso e senza cistifellea

    Mi può consigliare quale test attendibile effettuare per capire quali disturbi mi causano gonfiore addominale, acidità, meteorismo, cattiva digestione, ernia iatale, alterazioni delle feci, sapore amaro in bocca? Non ho allergie al glutine, ho già tolto la cistifellea, sono in sovrappeso, ma vorrei capire se alcuni carboidrati mi portano i disturbi.

  • Eleuterococco in concomitanza ad antistaminci

    Mio figlio di 21 anni è allergico a graminacee e ulivo che sta trattando con desloratadina. Siccome è sempre spossato e stanco, vorrei dargli un integratore. Mi hanno consigliato l'eleuterococco. Vorrei sapere se è sicuro assumerlo contestualmente all' antistaminico.

  • Esami allergologici, per interpretarli ci vuole una visita

    Da qualche mese ho delle piccole bolle cutanee, come punture di insetto, localizzate solo nel lato inferiore dell'avambraccio, dove non ci sono peli, che mi danno un leggero prurito. Ho fatto prove allergologiche sul sangue che hanno evidenziato grano 0,77 kUA/l - LTP Pru p3 0,85 kUA/l - Bet v2 0,35 kUA/l. La mia domanda è: questi alimenti possono interferire tra di loro incidendo sulla comparsa di sintomi cutanei e non, oppure non sono significativi e quindi vanno analizzati singolarmente per alimento? Mi sembra strano che la zona interessata dal prurito sia davvero molto circoscritta.

  • Esami per confermare l'allergia agli antibiotici

    A mio figlio di 15 mesi è stata riscontrata una otite e curata con amoxocillina. Dopo circa 10 somministrazioni sono comparse sul tronco e sulla schiena macchie rosse. Al PS hanno supposto un'allergia al farmaco e hanno cambiato la tipologia di antibiotico. Mia moglie è allergica alle pennicelline e derivati e a 4 anni ha avuto uno shock anafilattico dopo una somministrazione in vena di amoxicillina e quindi le fu diagnosticata una allergia alla amoxicillina. Ho letto in diverse parti che la storia clinica dei genitori e dei figli non è sempre legata, nel caso di allergie. Esistono esami non invasivi da effettuare sul piccolo per confermarle o meno?

  • Esofagite eosinofila e intolleranze alimentari

    Dopo anni di esofagite da reflusso, in seguito a un blocco di bolo carneo nella faringe, mi è stata diagnosticata una esofagite esinofila, al momento curata con inibitori di pompa. Leggo nei siti internazionali che questa patologia è legata anche a intolleranze alimentari, spesso curata con la dieta a eliminazione o con cortisonici topici. Invece mi è stato consigliato di usare cortisonici sistemici e la cosa mi preoccupa un po’. Lei mi consiglierebbe un test per le allergie?

  • Estratto di bacche d'alloro in relazione a gonfiori

    Mio padre, 60 anni, presenta da due anni dei gonfiori sparsi sul corpo specialmente mani e piedi, ma anche spalle, polsi caviglie e glutei. Le sembianze sono quelle di una puntura di insetto, e sente mani e piedi addormentati. Ha cambiato dieta e si è reso conto che alcuni alimenti potevano far manifestare i sintomi, ma dai test delle intolleranze gli alimenti risultati positivi sono molti meno di quelli che in realtà sono correlati con i sinomi. Così la sua alimentazione consiste in pane di farro, uova e verdura bollita; niente pasta, né spinaci, piselli o salse. È possibile che questi eventi abbiano origine dal fatto che due anni fa circa ha preparato un concentrato di bacche d'alloro (aureus) che ha poi massaggiato sul braccio causandosi per la prima volta quel brutto gonfiore arrossato che ora appare frequentemente?

  • Eventuali test per intolleranze a vitamina D e B12

    Sono affetta da SM e celiachia e sono carente di vit. D e B12. Vorrei sapere se ci sono degli esami per allergie a queste vitamine, visto che ho problemi di intolleranza verso farmaci: dopo sovradosaggio di cortisone in vena il mio metabolismo a deciso di non sopportare più niente.

  • Forte allergia ai pollini e gravidanza, cure

    Sono alla 14a settimana di gravidanza e soffro di una forma molto pesante di allergia ai pollini. I test hanno dato risultato positivo (+++) per tutti i pollini compresi nel periodo da aprile a ottobre. I miei classici sintomi sono: prurito al naso, starnuti, prurito alla gola e alla bocca, naso che cola. Tutti i giorni prendevo una compressa ebastina e a volte anche due al giorno. Purtroppo adesso non so come regolarmi: il mio ginecologo mi ha detto che sarebbe il caso di non assumere farmaci. Vorrei chiedere a lei se esiste qualche farmaco anche spray che possa alleviare il mio problema.

  • IgA antigliadina positivi in bimbo allergico che non cresce bene

    Ho un bambino di 7 anni che da 6 mesi sta facendo il vaccino per allergia agli acari; oltre a questo è anche allergico a graminacee, coda di topo e pelo di gatto. Dato che cresce poco e che ha sempre mal di pancia, abbiamo fatto esami del sangue per celiachia e l’IgA antigliadina risultato positiva, IgG negativa e IgA transglutaminasi negativa. La mia domanda è ha qualche significato l'IgA antigliadina positiva e come mi consiglia di procedere?

  • Immunoterapia e allergie

    Ho sentito parlare di una immunoterapia che dovrebbe risolvere tutti i tipi di allergia da polline con un solo ciclo di vaccinazioni. Le informazioni in rete sono piuttosto scarse, vorrei conoscere effettivi vantaggi e potenziali controindicazioni di questa terapia.

  • Impianto di dispositivo in lega nichel/titanio

    Salve, facendo un patch test ho scoperto di essere fortemente allergica al nichel. In seguito a pregressa ischemia cerebrale e diagnosi di forame ovale pervio ho la necessita di sottopormi a intervento di chiusura pfo nel setto interatriale con un dispositivo fatto di nitinol, una lega di nichel e titanio. Secondo lei posso avere problemi con un simile dispositivo nel cuore o l'allergia si manifesta solo per contatto cutaneo?

  • Intensità dell'esito del prick test non correla con le reazioni all'allergene

    Vorrei sapere se gli alimenti con positività intensa (++), moderata (+) e dubbia (+/-) al prick test debbano essere eliminati o meno dalla dieta. Il test era stato eseguito nel 1995 a seguito di una dermatite atopica ora risolta. Attualmente l'unico problema di salute riguarda un gonfiore addominale molto intenso, quasi invalidante a volte, ma gli alimenti di cui sopra vengono mangiati regolarmente, anche se non con frequenza elevata. Possono essere assunti anche con frequenza maggiore? Inoltre chiedo se ci sono limitazioni all'assunzione di particolari alimenti nel caso di allergia alle penicilline.

  • Intollerante al lattosio e, forse, allergica al nichel

    Ho scoperto da poco, tramite breath test, di essere intollerante al lattosio. Sto evitando i prodotti contenenti latte e da una settimana assumo ai pasti su consiglio del medico, l'enzima lattasi che dovrebbe aiutarmi in caso di ingestione accidentale. Sono migliorata ma non sono spariti i sintomi (sono passata da scariche ogni giorno a scariche ogni 2-3 giorni). Inoltre ho prurito, bollicine e desquamazione a cicli continui soprattutto alla mano destra. Ho da anni dolori alle articolazioni delle mani e delle ginocchia (ho solo 39 anni!). Ho letto che questi sintomi potrebbero essere compatibili con un'allergia al nichel. Ho la visita dall'allergologo fra 4 mesi è opportuno che faccia una dieta priva anche di nichel?

  • Intolleranza agli oli alimentari

    Ho 45 anni, sono alto 1,71 e peso 68 chili. Da diverso tempo (e dopo molte prove), mi sono accorto che l'assunzione della maggior parte degli oli mi provoca stanchezza e difficoltà di concentrazione, ma nessun problema a stomaco e intestino. L'effetto inizia dopo circa un quarto d'ora e la durata dipende da olio a olio ma il giorno dopo di solito non ho più problemi. Sto parlando di oli di oliva, riso, mais, soia, ma anche oli che intendevo usare come integratori di omega3 quali l'olio di pesce, di lino, di chia o di perilla. L'unico di quelli provati che non mi dà problemi è l'olio di girasole. Volevo chiederle se è possibile avere difficoltà digestive/essere intolleranti/? a praticamente tutti gli oli ed eventualmente se è possibile fare qualcosa.

  • Intolleranza al glutine e celiachia

    Dopo più di un anno e un'intolleranza al lattosio che giustificava dei continui mal di pancia, ho deciso di fare il test per le allergie alimentari, dal quale è risultato un'intolleranza al glutine (al 12%). Ho iniziato la dieta e sto bene da quando ho eliminato il glutine, ma perché nelle analisi del sangue specifiche per la celiachia, non è risultato nulla? Mi hanno parlato solo di "intestino irritabile".

  • Intolleranza al latte vaccino e latte di soia

    Sono intollerante alla caseina posso bere il latte di soia? Altrimenti che altre bevande posso sostituire al latte vaccino?

  • Intolleranza al lattosio che insorge in età adulta

    Nell'ultimo periodo se mangio qualcosa che contenga latte mi fa venire meteorismo, a volte diarrea e sudorazione. È possibile che dopo tanto tempo che bevevo latte a altri derivati sia diventata intollerante? Ed è possibile che sia soltanto il latte?

  • Intolleranza all'acido ascorbico

    Soffro di intolleranza alimentare all'Acido ascorbico da quando avevo 18 anni, ora ne ho 33. Come posso fare per superarla? Ovvero c'è qualche enzima capace di farmelo digerire? Sto provando gli enzimi Prolife e non so ancora se riuscirò nel mio intento.

  • Intolleranza all'olio d'oliva

    Vorrei sapere se è possibile essere intollerante all'olio extravergine di oliva. Sospetto di esserlo da anni, i sintomi sono sempre li stessi gonfiore addominale nelle ore successive ai pasti, nausea, diarrea o stitichezza, dolori forti alle gambe e spossatezza. Con l'olio a crudo come ad esempio nell'insalata i sintomi sono quasi immediati (15 minuti circa). Mi è stata prescritta una gastroscopia per possibile ulcera o ernia iatale.. ma io non sono convinta perché i miei sintomi variano in base all'alimentazione.

  • Intolleranze alimentari e aumento di peso

    Ho iniziato a ingrassare all'incirca tre anni fa, dieci kg ogni anno. Mi è stato detto che forse ho intolleranza a latte, lievito, uovo e farina, ma sono ancora da accertare con i test. Ho fatto gli esami per la celiachia, che il mio medico ha esclusa. Considerando che da piccola ero allergica a latte e uovo può essere che si siano ripresentate queste allergie e che esse siano la causa dell'aumento di peso?

  • Intolleranze alimentari e carenza di vitamina D

    Ho sempre sofferto di mal di testa, ma da circa un anno mi sono accorto di essere spesso spossato, avere gonfiori addominali dopo i pasti accompagnati spesso da sonnolenza e mal di testa, sintomi del tutto assenti a digiuno. Consigliato dal mio medico ho all'inizio tolto il latte e i suoi derivati, rilevando un leggero beneficio. Ma da quando ho tolto il glutine mi sento molto molto meglio. Sono passati sei mesi e in questi giorni ho fatto gli esami del sangue dai quali emerge una carenza di vitamina D: è correlata alla dieta priva di latte e glutine o può essere interpretata come una conferma di una certa intolleranza al glutine? Dovrò assumere integratori?

  • Intollernza al lattosio e test genetici

    Volevo avere un altro punto di vista circa la mia intolleranza al lattosio. Da ormai 10 anni non riesco a digerire i latticini. Dieci anni fa era un'intolleranza lieve, negli ultimi anni invece è diventata sempre più grave. Non sono vegana, mangio di tutto: carne, pesce, verdura, sto ovviamente attenta a non mangiare niente che abbia latte vaccino, di capra, etc. Qualche mese fa ho effettuato un test genetico in farmacia tramite tampone di saliva. Il test diceva che non ero celiaca e nanche intollerante al lattosio. È possibile che un test del genere "sbagli"? Non ho mai fatto il breath test.

  • Irritazione solo in una area del cuoio capelluto

    Da qualche tempo si formano crosticine bianche in testa; se mi gratto dietro la nuca non succede nulla, invece se mi gratto vicino all'attaccatura frontale mi sento la punta delle dita umide e come conseguenza la zona che ho appena grattato è palesemente irrititata. È possibile una allegia solo in una area del cuoio capelluto? E c’è un modo di verificare la tollerabilità allo shampoo, ad esempio, provando a mettere un po' di shampoo sull'avambraccio e lasciandolo lì tutta la notte?

  • Irsutismo e nicotinamide

    Da circa 15 anni soffro di irsutismo, per fortuna non è una forma particolarmente invasiva, ma non sono mai arrivati a una diagnosi. Il dubbio che ho sempre avuto riguarda una cura dermatologica a base di nicotinamide (oltre a una pomata per le mani di cui francamente non ricordo il nome) che feci, per semplici geloni alle mani, poco prima che si manifestasse il problema. Visto che non saprei spiegarmi il motivo di questo irsutismo potrebbe trattarsi di un effetto collaterale dovuto all'assunzione di una dose eccesiva di questo farmaco? E se si escludesse questa possibiltà quali ulteriori analisi mi consiglia di fare per venire a capo del problema?

  • Latte e allergie agli inalanti

    Ho letto che i latticini provocano un muco sui polmoni. Siccome sono già una persona allergica (graminacee, parietarie, polvere, pelo del gatto) e ho difficoltà respiratorie, volevo sapere se è vero che c'è una relazione negativa tra assunzione di latticini in generale e le allergie.

  • Lavoro in macelleria e comparsa di dermatite alla mano

    Sono una donna e da tre settimane lavoro a contatto con la carne poiché faccio la macellaia. Da quando lavoro in questo reparto mi è uscito uno sfogo sul dorso della mano. Mi prude e si spacca la pelle come se fosse una bruciatura: potrebbe essere la carne?

  • Livido intorno al tatuaggio

    L'anno scorso mi sono tatuata la caviglia e dopo una settimana mi è uscito una specie di livido tutt'intorno che persiste tutt'ora. Da esami effettuati è risultato che sono allergica al nichel nella percentuale bassa. È possibile che il nichel mi abbia fatto una cosa simile?

  • Macchie rosse e fiato corto dopo assunzione di alcol

    Circa sei mesi fa, dopo aver assunto dell'alcol mi sono venute delle macchie rosse in faccia, collo, petto e braccia e mi veniva il fiato corto. Da allora ho eliminato l'alcol dalla mia vita, salvo riprovarci di quando in quando con piccole quantità, ma con lo stesso risultato. Premetto che sono intollerante al lattosio, cosa posso fare per avere una diagnosi più precisa?

  • Macchie rosse in viso dopo assunzione di alcolici

    Sono un ragazzo di 27 anni e da tre anni mi capita che mi vengono macchie rosse intorno all’occhio che scottano, a volte grandi a volte piccole. Da quanto ne so io non soffro di allergie però tutto mi succede dopo l’assunzione di alcol: appena ne bevo un goccio compare il rossore che dura mezz'ora circa e poi sparisce e se riprendo a bere piu nulla. Un dermatologo mi ha detto che si tratta di finta orticaria e mi ha prescritto un antistaminico per due mesi e un antibiotico. Però non è cambiato nulla. Potrebbe essere allergia? E come fare a scoprirlo?

  • Mal di testa, quale legame con intolleranza al glutine

    Ho 47 anni e da anni soffro di mal di testa curato con topiramato e al bisogno almotriptan; tutti gli esami clinici che ho fatto (risonanza, tac, Rx, esami neurologici) sono negativi perciò ho deciso di fare una dieta senza glutine. Sono 3 mesi che non lo assumo e dagli esami del sangue mi è risultato un valore di 3 (su una scala 0,8-9,9). Secondo lei ora dovrei assumere glutine per alcuni giorni e poi rifare il test per vedere se c'è intolleranza?

  • Micosi e allergia

    Da mesi soffro di dermatite periorale e candida alla pelle delle mani e dei polsi. Il dermatologo mi ha prescritto una crema cortisonca, ma appena sospendo la cura il fungo ritorna. Può esserci una allergia alla base di questo problema?

  • Modificazioni broncopolmonari nell'asma allergico

    Vorrei sapere che cambiamenti subiscono bronchi e soprattutto polmoni in un soggetto con asma allergico.

  • Naso che cola al mattino

    La mattina, appena sveglia, devo cominciare a soffiarmi il naso perché mi gocciola e ho un po' di muco, e questo fino a metà mattina. Non ho mai sofferto di allergie e non ho mai fatto nessun esame. Potrebbe essere il caso di fare qualche indagine? Il problema è presente da qualche mese.

  • Naso sempre chiuso e borotalco

    Da mesi ho il naso sempre chiuso nonostante antinfiammatorio, mucolitico e spray nasale decongestionante a base di nafazolina. Io dalla nascita sono allergica alla polvere, da piccola avevo anche asma, ora non piu, ma alla polvere sono sempre allergica e faccio uso fin da allora di chetotifene: senza quello ho prurito al naso occhi che lacrimano e raffreddore, ma finora non ho mai avuto il naso per cosi tanto tempo chiuso. I miei familiari fanno uso di borotalco, può essere quella la causa del mio continuo naso chiuso? Cosa posso fare?

  • Orticaria da freddo

    Sono un 35 enne. Da luglio, dopo una settimana passata al mare, mi si presenta un problema ogni bagno che faccio al mare: mi viene un gran prurito a tutto il corpo che diventa rosso finché non si asciuga. Poi se a casa metto le mani sotto l'aqcua mi viene prurito alle mani oppure, come stamattina, se esco presto con pantaloncini e maglietta mi compare il prurito alle mani e ai piedi x il freddo. Che fare?

  • Orticaria e prurito dopo contatto con la mela

    Mio figlio (8 anni e mezzo) è un soggetto allergico grave (arachidi, pinoli, uovo crudo, soia, kiwi). Ha semptre adrenalina al seguito. Ci siamo accorti l'anno scorso che qando a scuola viene distribuita a merenda la mela già in spicchi e confezionata nelle bustine in plastica trasparente, al contatto con la pelle ha orticaria e conseguente forte prurito. Sicuramente si tratta di allergia all'acido ascorbico usato per non far ingiallire gli spicchi. Le chiedo se questa allergia può comportare la necessità di eliminare ogni cibo contenente vitamina C e se dobbiamo anche verificare l'eventuale pericolosità di farmaci, come l'acido acetilsalicilico.

  • Orticaria in corso di sindrome influenzale

    Dopo aver fatto alcuni test con esito negativo ad alimenti e medicinali si ripresentano sfoghi allergici con orticaria in condizioni di sintomi influenzali con indolenzimento muscolare. Sfogo su arti superiori e inferiori e tutta l'area del bacino anche senza l'assunzione di farmaci ad esclusione di un antidolorifico il cui test è stato negativo (60 etoricoxib). Non assumo altri medicinali a parte perindopril arginina/amlodipina per la pressione. Vorrei un'indicazione su qualche centro specialistico a cui rivolgermi.

  • Pasticceria e celiachia

    Sono celiaca e lavoro tutto il giorno in un laboratorio di pasticceria. Stare sempre a contatto con la farina e respirarla puo danneggiarmi?

  • Paura dello shock anafilattico

    Volevo informazioni su possibili allergie. Io ho paura dello shock anafilattico. Ormai ho questa fobia ed evito alimenti come pesce, nocciole ecc. Premetto che in 32 anni non ho mai avuto allergie, ma posso diventarlo? Ho fatto anche i test di intolleranza tre anni fa, risultato negativo: come posso tranquillizzarmi? Anche dei farmaci ho il terrore: evito tutto.

  • Penicillina negli alimenti

    Recentemente ho scoperto che molti animali vengono trattati anche con penicillina. Ho sempre mangiato carne, ma a oggi sono molto preoccupata in quanto sono un soggetto allergico alla penicillina. A mia sorpresa non solo ho letto discussioni riguardanti la carne, ma anche sui surgelati, le bibite gassate, e il latte. Pare che per legge sul latte siano consentiti 4 mg per ogni kg. Tutto ciò è reale?

  • Pesce e digestione difficile

    Dall'età di 5 anni rifiuto di mangiare il pesce: l'odore mi provoca un senso di nausea. Riesco solamente a mangiare un po' di tonno, ma proprio pochissimo e di rado in quanto lo digerisco male e mi provoca un senso di pesantezza. Devo considerarla un intolleranza alimentare?

  • Pomfi rossi su gambe, caviglie e piedi

    Spesso mi compaiono su gambe, caviglie, piedi dei ponfi rossi simil puntura di zanzara, molto pruriginosi e che mi si acutizza in periodi di forte stress. Il mio medico di base mi prescrisse tempo fa prelievo sanguigno ed analisi delle feci per scongiurare una infestazione da vermi. I risultati di queste ultime sono stati negativi, per gli esami del sangue invece, l'unico valore alterato risultava essere quello degli eosinofili. Ho consultato un'allergologa ma non risulto essere allergica a nulla premettendo di esserlo stata in etá infantile, al lattosio. Potrebbe essere dovuto tale fastidio a delle intolleranze alimentari? .

  • Pomodoro e candidosi

    Mia figlia, di un anno e mezzo, soffre di candidosi a distanze regolari: dopo le cure con pomata canesten guarisce, ma le ricompare a distanza di tempo. Ho notato che mangia tutti i giorni la pasta senza che le compaia necessariamente, mentre si manifesta a ridosso di pranzi contenenti molto pomodoro. È possibile che sia allergica al pomodoro e che questo possa scatenarle la candidosi?

  • Possibile allergia alla carne bianca

    Ho notato che a volte dopo mangiato provo un senso di formicolio superficiale al viso e alle mani (anche un po' alle braccia) e un senso di calore. Questo mi capita quando mangio pollo o tacchino alla piastra. Che tipo di esami devo fare? Posso essere allergica o intollerante a questi tipi di carne?

  • Possibile tosse allergica in un bimbo di due anni

    Mio figlio che ha 2 anni e 7 mesi ha sempre una tosse stizzosa che le cure sembrano alleviare ma non curare. Mio padre è allergico (acari, polline, graminacee, profumi, essenze, conservanti e coloranti) e asmatico, mentre la sorella di mio marito è allergica ai farmaci. È possibile che questa tosse che mio figlio ha da settembre a giugno sia di natura allergica? Dovrei far fare delle prove allergiche al bambino? Se sì a che età?

  • Prescrizione di vaccini contro le allergie

    Sono asmatica e allergica sia agli acari sia a vari tipi di polline (betulle, nocciolo, cipresso e graminacee), inoltre ho sviluppato altre forme di allergie alimentari (soia, frutta a guscio, pesca e mela). Ho consultato due allergologi e mi hanno dato consigli differenti, il primo ritiene che io mi possa sottoporre a vaccini per più allergie insieme (acari e pollini), l'altro invece mi ha suggerito, ma non consigliato, di provare prima con il vaccino per gli acari. Le chiedo quale sia il suo orientamento e se sa spiegare il motivo di due risposte diverse.

  • Prevenire eventuale allergia all'anestetico locale

    Dovrei essere sottoposta a una anestesia locale e come prevenzione (avendo avuto delle allergie in passato) il mio medico mi ha prescritto l'assunzione di antistaminici e cortisonici per tre giorni prima dell'intervento. Chiedo se anch'essi possono scatenare delle allergie (anzichè prevenirle) addirittura fino allo schock anafilattico.

  • Prevenzione naturale dell'allergia alle graminacee

    Esiste una cura preventiva naturale per "mitigare" l'allergia alle graminacee?

  • Prurito e bruciore testicolare, che fare

    Sono un po' di anni che soffro un prurito forte ai testicoli che mi causa anche bruciori atroci. Dopo svariate visite, mi hanno detto che ho una sorta di eczema e mi hanno prescritto un cortisonico ed ebastina compresse. Per un po' di tempo mi è passato, ma appemna smetto la terapia sricomincia. Come faccio a sapere se sono allergico a qualcosa?

  • Può essere allergia?

    Ai cambi di stagione mi gocciola e si chiude il naso e la sera sembra che mi manchi l’aria, potrebbe essere allergia?

  • Reattività agli alimenti e sodiocromoglicato

    Negli ultimi 6, 7 anni mi è capitato sporadicamente (circa 6 volte) di avere attacchi di diarrea con la comparsa di alcuni piccoli pomfi dietro le orecchie e nella parte superiore del corpo nel giro di 15-20 minuti dall'ingestione di alimenti che di solito non mi danno alcun sintomo. Al Rast alimenti risulto allergica alla quasi totalità degli allergeni testati e con eosinofili alti. Non potrei mangiare nulla. Dopo una cura di 2 mesi con sodiocromoglicato, sospesa due settimande prima del nuovo test i paramentri sono migliorati notevolmente. Può la cura aver migliorato non solo la situazione generale, ma anche la reattività ai singoli alimenti? Che valore effettivo ha il Rast test? Al prick test risulto allergica SOLO alla nocciola.

  • Reazione all'anestetico locale usato dal dentista

    Ho avuto una reazione allergica all'anestetico usato dal dentista. L'esito del test cutaneo ad anestetici localiè positivo per articaina + adrenalina (all'intradermoreazione comparsa di eritema di 2 cm): da evitare in futuro la sua utilizzazione. Non riscontro di allergia IgE mediata per gli altri anestetici testati (mepivacaina, lidocaina, bupivacaina). Non reazioni di ipersensibilità con mepivacaina, che può essere utilizzato in caso di anestesia locale. Nel caso in cui dovessi fare altri piccoli interventi (per es. asportazione di un lipoma), questo tipo di allergia può creare dei problemi? E cosa succederebbe in caso di anestesia generale? Infine, nel caso di un impianto dentale, gli anestetici che tollero sarebbero efficaci?

  • Reazione allergica a una lega con alta percentuale di zinco

    Ho 39 anni e lavoro in una azienda metalmeccanica. Non presento nessuna reazione allergica verso acciaio, acciaio inox, rame e alluminio, ma quando la mia pelle è a contatto con una lega di alluminio chiamata ergal, che ha un'alta percentuale di zinco, si arrossa e prude. Fastidioso, ma non grave per me. Sono allergico allo zinco? Se questo fosse vero, potrei avere dei problemi anche nell'alimentazione?

  • Reflusso e allergie alimentari: come diagnosticare queste ultime

    Buonasera, sono un ragazzo di 23 anni e ho avuto sempre problemi di stomaco da quando ero piccolo. Poi ho scoperto di avere gli IGE totali a 770 circa e mi hanno consigliato di effettuare delle prove allergiche sugli alimenti. Alle classiche prove su inalanti non sono risultato allergico, a quelle sugli alimenti (che non so se sono attendibili) sono uscite una sfilza di alimenti e intolleranza al lattosio. Ho cercato di non mangiare quello che mi era stato riscontrato, ma il problema non l'ho risolto. La colonscopia è nella norma, alla gastroscopia è risulato reflusso gastroesofageo cronico. Ho fatto cure esomeprazolo e alginati ma i problemi persistono. Volevo sapere se esistevano analisi specifiche sul sangue che provino l'allergia o intolleranza su alimenti specifici.

  • Ribes nigrum per rinite allergica e gravidanza

    Sono in gravidanza alla 15 settimana. Per tenere sotto controllo le allergie stagionali, che mi stanno colpendo anche quest'anno, ho sempre utilizzato con successo il ribes nigrum compositum alla dose di 70 gocce 3 volte al giorno (fase acuta). Quest'anno sto evitando di farlo, nel dubbio che possa essere nocivo per il bambino. Potrebbe essere? E se sì, c’è altro che potrei fare?

  • Rinite allergica e antibiotici

    In questi giorni ho avuto sintomi di allergia e il mio medico mi ha prescritto solo l'antistaminico. Ma dopo tre giorni non ho avuto alcun miglioramento anzi. Continuo ad avere naso chiuso, dolori che partono dal naso e colpiscono la testa e voce bassa. La guardia medica mi ha dato da prendere l'antibiotico. Come mai?

  • Rinunciare al cane se si è allergici al suo pelo?

    Purtroppo ho da poco scoperto di essere allergica al pelo dei cani; mi dica che non devo per forza rinunciare al mio cane! Esistono misure da adottare o vaccini come quelli per le allergie ai pollini?

  • Rossore e gonfiore dopo salviettina struccante

    Ieri, visto che ero di fretta, ho usato una salviettina struccante (premetto che non le uso mai). Dopo un'ora circa si è arrossata tutta la parte attorno agli occhi lasciandomi evidenti puntini rossi e sotto l'occhio un po' di gonfiore. Può essere un'allergia al prodotto o un prodotto troppo aggressivo? Successivamente ho lavato il viso senza nessun sapone e ho applicato una crema, ma la situazione oggi è uguale. Cosa posso fare?

  • Se il prick test è negativo ma i sintomi persistono

    Sono una ragazza di 27 anni e l'anno scorso in questo periodo ho iniziato ad avere orecchie e naso tappati; allora sono andata dall'otorino pensando di fare il lavaggio dell'orecchio, ma guardandomi il naso mi ha riferito che sono un tipo allergico così mi ha fatto fare l'esame dell'allergia ma è risultato negativo. Quest'anno stesso periodo stessi sintomi al contrario che quest'anno starnutisco e delle volte ho fastidio agli occhi e non riuscendo a respirare bene mi vengono gli attacchi d'ansia. Può essere comunque allergia anche se il test è risultato negativo? Lo devo rifare anche quest'anno?

  • Sforzo fisico e alimenti e manifestazioni allergiche

    Sono un ragazzo di 20 anni. Dopo aver cenato come al solito ed essermi recato a fare una partita di calcetto, terminata la partita ho iniziato ad avvertire un forte prurito alla testa, che poi si è esteso per tutto il corpo, vampate di calore, labbro superiore gonfio, colorito violaceo e macchie rossastre sul dorso e sulla pancia. Sotto consiglio della guardia medica, ho preso due compresse di cortisonico e mi è passato, anche se mi sento ancora un po' intorpidito. Possono essere sintomi di una allergia o meglio fare accertamenti di altro tipo?

  • Shock anafilattico e betametasone

    Circa quattro anni fa per una allergia al ceftriaxone sono stato salvato (per merito dell'intervento tempestivo dei dottori) da uno shock anafilattico con una puntura di betametasone. Ora dovrei assumere un antibiotico e per prevenzione il medico mi ha prescritto betametasone effervescente 2 mg al dì x 3 giorni. Ma il betametasone potrebbe, anche se già assunto 5 anni fa, dare uno shock anafilattico anziché prevenirlo?

  • Si può essere intolleranti al glucosio?

    Ho 41 anni e da circa 10 soffro di cefalea senza aura e ho avuto solo 4 episodi di scotoma scintillante. La risonanza è negativa. Ho capito che il mio mal di testa dipende dall'assunzione di alcuni cibi che sono i dolci e la pasta. Penso che il problema sia lo zucchero quindi non ne uso e cerco di mangiare cereali con indice glicemico più basso (i.e. orzo) o le piante erbacee (i.e. quinoa e miglio). Il neurologo non è molto convinto che la causa sia lo zucchero eppure se eccedo con i cereali inizio a sentire cerchio alla testa e acidità di stomaco. Se mangio dolci confezionati o farina 00 acidità e mal di testa insorgono sicuramente. Ci sono test per capire se si è intolleranti allo zucchero? Devo fare il breath test per intolleranza al lattosio ? Il test di intolleranza al glutine è negativo e non ho problemi intestinali se non un po' di aerofagia.

  • Sigaretta elettronica e irritazione al viso

    Buongiorno, da 3 giorni ho smesso di fumare e da 2 fumo la sigaretta elettronica. In coincidenza con questo "cambio" ho notato irritazioni in prossimità degli zigomi. Premesso che da sempre ho la pelle del viso sensibile e irritabile, vorrei sapere se potrebbe essere dovuto alle sostanze contenute nei liquidi della sigaretta elettronica (forse il glicole propilenico o il glicerolo vegetale): ho letto che alcuni soggetti soffrono di una lieve forma di intolleranza al glicole propilenico e che i sintomi possono essere arrossamenti della pelle, ma che io sappia non sono allergico a nulla.

  • Sintomi comparsi dopo cura con diversi fitoterapici

    A seguito di una visita con un esperto di prodotti fitoterapici, che mi fece test eav, mi vennero dati da prendere diversi prodotti per eliminare batteri e parassiti. Dopo 10 giorni di assunzione, oltre ad avere tagli sull'indice e medio della mano sinistra mi si gonfia il viso (molto) e successivamente sgonfiandosi mi si secca la pelle. È passato un mese e ho notato che non posso mangiare cibi che contengono istamina o che siano istamino liberatori. Sto facendo prove allergiche presso l'ospedale, esponendo anche le mie riflessioni riguardo istamina, ma per ora non è risultato nulla. Non so proprio che posso fare ora.

  • Sintomi dopo ingestione di sgombro

    Ieri a pranzo ho mangiato dello sgombro cucinato in padella, pomodori freschi e una mela. Nel giro di mezz'ora ho avvertito un fortissimo calore al viso che si è arrossato molto come il decolletè e le braccia. Il senso di calore era accompagnato da mal di testa che pulsava dietro la nuca e leggera tachicardia. Nessun gonfiore. Anche con il ghiaccio rossore e calore non sono spariti prima di un'ora e mezza. Può essere stata intossicazione da istamina a causa del pesce azzurro e del mix di alimenti? Non avevo mai avuto una reazione così, ho sempre mangiato sgombro.

  • Sospetta allergia alle penicilline

    Ho 35 anni e, dopo aver assunto amoxicillina e tachipirina ho incominciato ad avere una reazione sul corpo, tipo rosolia, curata con bentelan perché sospetta allergia o intolleranza alla penicillina (da piccola fui curata spesso con penicillina). Stamattina al lavoro mi sono gonfiata (al livello dello stomaco), nausea, e avevo sul corpo 2 macchia rosse, screpolate, grosse come un dito pollice. Al pronto soccorso mi hanno detto che le macchie sono psoriasi e lo stomaco si è gonfiato per la gastrite. Come procedere ora?

  • Sospetta reazione avversa all' amoxicillina, che fare

    Ho assunto una pastiglia di amoxicillina e mi sono subito comparsi sintomi allergici: arrossamento generale, prurito molto forte alle mani, ai piedi, a cosce e genitali. Qualche anno fa ho assunto il farmaco, ma non ho avuto nessuna reazione. Come mi devo comportare d'ora in avanti: devo approfondire il problema con test e accertamenti particolari?

  • Stress e orticaria

    Lo stress può provocare orticaria?

  • Sudorazione notturna

    Il mio fidanzato, età 31 anni, da circa 1 mese soffre di sudorazione notturna (tanto da bagnare tutto il letto) prurito nella parte addominale. Di notte lo sento spesso russare e ha anche delle apnee. Lui dice che non ha mai sofferto di questo disturbo. Non è grasso, ha sofferto di disturbi allo stomaco (helicobacter). Può essere un discorso di alimentazione, o allergia a qualcosa (tipo materasso cambiato da poco)?

  • Supplementi vitaminici senza aromi

    Mia figlia ha varie allergie sia alimentari sia a pollini, acari, graminacea, betulla e gramigna e ha delle cross reattività. La proteina incriminata è la LTP. Essendo allergica anche agli agrumi, volevo sapere se esiste qualche complesso vitaminico in cui non ci siano arance o limoni.

  • Tatuaggi e nichel

    Vorrei farmi un piccolo tatuaggio, però ho un'allergia al nichel... Ho cercato informazioni e ho letto che la macchinetta con cui li fanno è di acciaio inox e che il colore nero è un colore che non dovrebbe darmi problemi, però non vorrei trovarmi nella situazione di avere gravi conseguenze... È meglio evitare di farlo?

  • Tatuaggi e nickel

    Può fare un tatuaggio chi è gravemente allergico al nickel, sia a livello cutaneo sia a livello alimentare?

  • Tatuaggio con inchiostro nero in soggetti allergici

    A maggio vorrei fare un tatuaggio permanente nero, ma dato che sono allergica a diverse cose, rima di fare il tatuaggio vorrei sapere cosa posso fare per vedere se ho un'allergia anche all'inchiostro. Cosa mi consiglia?

  • Tatuaggio e test agli inalanti

    Vorrei fare un tatuaggio (per i primi di giugno), ma a fine giugno ho uno screening allergologico inalante 7 allergeni. Sa se il primo può avere interazioni con il risultato dei test? Trovo pensieri discordanti e mi piacerebbe avere un suo parere.

  • Test allergici nel bimbo piccolo

    Ho un bimbo di 2 anni e 7 mesi e da 15 giorni circa sta manifestando un po' di allergia stagionale. Gli piangono gli occhi e ha una tosse secca persistente soprattutto quando gioca all'aperto e la notte. Aggiungo che io sono un soggetto molto allergico (polline, polvere, muffa, ecc) Il pediatra mi ha detto di dargli alcune gocce di Zirtec e diciamo che i fastidi sono un po' migliorati, ma mi ha sconsigliato una visita allergologica perché secondo lui il bimbo è ancora troppo piccolo. Secondo Lei è così? A che età si possono fare eventualmente dei test allergici?

  • Test allergico alla mepivacaina e uso eventuale di articaina

    Da bambina mi curai i denti e con l'anestesia le braccia mi diventarono rosse con tante bolle intorno. Ora devo mettermi un ponte e il mio dentista mi ha consigliato di fare delle prove allergiche alla articaina, ma all'ospedale mi hanno testato solo mepivacaina e sono risultata negativa. La domanda è se la mepivacaina è la stessa cosa o con l'articaina potrei rischiare non avendola testata?

  • Test per allergia agli antibiotici

    Vorrei fare una vista per vedere se sono allergica agli antibiotici, perché è da 30 anni che non ne assumo, da quando a 8 anni dopo test sottopelle sono risultata allergica a quasi tutti gli antibiotici tranne uno, di cui però non ho alcun documento. Vorrei sapere che tipo di test vengono effettuati e se durante i test c'e' il rischio di shock anafilattico. Grazie.

  • Tosse allergica con prove cutanee negative

    Ho 20 anni e spesso ho la tosse che hanno ipotizzato essere allergia. Qualche volta mi riempio anche di puntini piccolissimi e rossi, ma che non prudono. Purtroppo, anche se ho fatto attenzione al momenti nei quali mi viene, non sono riuscita a trovare una correlazione con qualche cosa in particolare che respiro o mangio. Le prove cutanee sono state negative: mi hanno detto che devo rifarle tra un po’ di tempo. Ci sono altri test più affidabili e sensibili? Se non trovo a che cosa sono allergica, devo prendere per sempre antistaminici?

  • Tosse e broncospasmo a contatto con aria fredda

    Mio figlio di anni 13 ogni volta che viene a contatto con aria fredda accusa tosse e broncospasmo, che curo sistematicamente con cortisonico per os e aerosol. Ieri gli ho fatto fare il pric test e ho scoperto che è allergico alla polvere. Devo fargli il vaccino? Oppure tamponare con qualche antistaminico?

  • Tosse persistente sedata da antistaminici

    Ho la tosse da ormai mesi e mesi. Secca, stizzosa. Ho 49 anni e fino a due anni fa fumavo un pacchetto al giorno. Il medico le ha provate tutte, sciroppi, antinfiammatori, gargarismi, fumenti, antibiotici, gocce tranquillanti. Niente. È stato allora ipotizzato che la causa sia un reflusso. Settimana scorsa, però, a causa di un'otite molto forte ho assunto un farmaco che contiene paracetamolo e Difenidramina cloridrato. Dopo due pastiglie, il dolore non è passato del tutto, ma la tosse sì. Potrebbe quindi essere una tosse allergica e non reflusso? Quali esami posso fare?

  • Tosse secca persistente, prove allergologiche negative

    Da circa un anno mi viene molto spesso (quansi tutti i giorni) una tosse secca e continua senza apparente ragione. Sono quindi andata a fare le prove allergologiche, ma non è emerso niente. Per ora mi è stato dato un antistaminico per bocca e il ventolin, da usare quando faccio più fatica a respirare. Ma per quanto tempo posso andare avanti a prendere questi farmaci? Ho provato a sospenderli e la situazione torna come all'inizio. C'è una alternativa? E se non si trova la fonte dell'allergia? Mi hanno anche fatto fare una visita per vedere se era reflusso, con esito negativo.

  • Triade di Asa, uso dei cortisonoici e ansia

    Ho 40 anni e soffro della cosiddetta triade di Asa (Widal) che mi costringe all'uso quotidiano di steroidi topici (ciclesonide e budesonide). A ciò si aggiunge un perdurante stato di nervosismo e ansietà che ho il dubbio possa essere indotto o almeno peggiorato dall'uso dei cortisonici seppure locali. Le chiedevo pertanto un suo giudizio in merito a questa possibilità nonché alla validità di terapie alternative quali la desensibilizzazione ad Asa.

  • Uova di coturnice contro le allergie

    Sono la mamma di un ragazzo di 15 anni allergico a molti pollini con sintomi di rinite e a volte anche broncospasmo e asma. Ho letto che ci sono prodotti naturali a base di uova di coturnice e volevo chiedere se come rimedio è abbastanza efficace, o se può dare problemi in caso di calcolosi biliare.

  • Uso di tinta per capelli in una donna incinta sensibile al glutine

    Sono incinta alla 24 settimana e sono sensibile al glutine e allergica a mais e soia, in gravidanza anche intollerante al lattosio. Ho usato più volte una tinta per capelli ottima, naturale, ma ho scoperto che contiene frumento, avena, miglio e quindi glutine. Posso continuare a usarla o meglio evitare? Ho sempre problemi intestinali, anche se da un mese ho cambiato tintura, prendendola in farmacia.

  • Vaccini per le allergie

    Sto seguendo da 3 anni e mezzo una terapia di vaccini per delle allergie a pollini, graminacee e acari. Da un mese circa ho dei rilasci di istamina piuttosto frequenti che non ho mai avuto prima. Rossore, bolle e prurito. È possibile che siano dovuti all'alimentazione oppure a un sovraccarico di vaccino, o che magari, attualmente, ho perso qualche allergia e per questo motivo il vaccino non fa che amplificare il disagio? Grazie.

  • Vaccino contro le allergie e valori dei test allergologici

    Dopo tre anni di terapia con iniezioni intramuscolo per allergia a varie piante ho deciso di chiedere al medico di rifare i test tramite esame del sangue come in precedenza. Risultato: i valori per le piante di cui faccio vaccino che erano intorno al 60 nel 2010 ora sono indicati come maggiori di 100. Ho chiesto al medico se questi valori dopo 3 anni non avrebbero dovuto scendere e mi sono sentito rispondere che questi valori non scenderanno mai, il vaccino allevia solo i sintomi. Vorrei una sua opinione a riguardo.

  • Vaccino per allergia al veleno delle api

    Da bambina ho fatto per alcuni anni una vaccinazione per il veleno d'api (una puntura al mese al braccio). Al temine della vaccinazione mi fecero pungere da un'ape e risultai immune al veleno. I medici mi consigliarono a distanza di 10 anni di farmi ricontrollare per capire se questa copertura resiste oppure occorre ripetere la vaccinazione. Di anni ne sono passati 20, oggi devo farmi controllare? I vaccini coprono quindi solo per alcuni anni?

  • Vaccino per l'allergia nei bambini

    Ho un bimbo di 4 anni allergico a: olivo, dermatofiti, alternaria. Il medico mi ha consigliato il vaccino: vorrei sentire prima di iniziare un altro parere.

  • Vitamine, omega 3 e fermenti migliorano la rinite allergica?

    Salve, mi è stato riferito che una cospicua assunzione di vitamina C, specialmente se accompagnata da omega 3 e fermenti lattici, in molti pazienti può attenuare notevolmente i sintomi della rinite allergica dovuta a pollini. Questa informazione ha basi scientifiche? In caso positivo, potrebbero esistere controindicazioni? In generale l'assunzione di vitamine ha qualche legame (positivo o negativo) con i sintomi della rinite allergica?

  • Vitamine: aiutano gli allergici?

    Mi è stato riferito che una cospicua assunzione di vitamina C, specialmente se accompagnata da omega 3 e fermenti lattici, in molti pazienti può attenuare notevolmente i sintomi della rinite allergica dovuta a pollini. Questa informazione ha basi scientifiche? In caso positivo, potrebbero esistere controindicazioni? In generale l'assunzione di vitamine ha qualche legame (positivo o negativo) con i sintomi della rinite allergica?

  • Yogurt negli intolleranti al lattosio

    Sono intollerante al lattosio, volevo sapere se posso assumere yogurt, quello classico e quello probiotico a bevanda con lactobacillus acidophilus.

Torna su