Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Analisi per la Candida nell'uomo"

Per indagare su un’eventuale infezione da candida mi è stato prescritto un tampone uretrale. Il prelievo con il tampone sarebbe da fare autonomamente a casa. Io però preferirei evitare perché ad alcuni soggetti può creare piccoli problemi di irritazione (soprattutto se non fatto bene). Esistono esami per la ricerca di miceti, germi, lieviti, alternativi al tampone uretrale, magari sul liquido seminale o sulle urine (spermiocoltura o urino cultura)? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Il tampone uretrale è certamente il modo più semplice per indagare la presenza di candida in uretra, anche se corrisponde al vero che il gesto può essere un po' irritante per la mucosa uretrale. Una coltura urinaria potrebbe essere un buon sostituto del tampone, così come lo potrebbe essere lo spermiogramma. Va considerato come il laboratorio non sempre possa essere espressione della realtà biologica in vivo; in altri termini anche un tampone risultato negativo non esclude la presenza della candida, mentre per contro un tampone o una coltura positiva ne testimoniano sicuramente la presenza.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Torna su