Vitamine liposolubili

Le vitamine liposolubili A, D, E e K hanno diverse funzioni. Caratteristica comune è quella di sciogliersi nei grassi e, quindi, anche accumularsi nei tessuti adiposi.
Ico_tempolettura Tempo di lettura: 4 minuti
Vitamine liposolubili latte uova crostacei pesce

Quali sono

Le vitamine liposolubili sono quelle che si sciolgono nei grassi (vitamine A, D, E e K). Soltanto la vitamina D può essere sintetizzata dal nostro organismo con l’esposizione alla luce solare, mentre le altre devono essere introdotte con l'alimentazione.

Leggi anche la scheda Vitamine idrosolubili.

Fonti alimentari

La vitamina A si trova soprattutto in verdure a foglia verde (insieme a C e K), ma anche nel latte e nei derivati.

La vitamina A può anche essere assunta sotto forma di beta-carotene, un suo precursore che viene poi trasformato dal fegato nella forma attiva. Sono ricchi di beta-carotene la frutta e gli ortaggi giallo-arancioni o di colore verde scuro come: carote, zucca, broccoli, spinaci, albicocche, melone e papaia.

Olio di fegato di merluzzo, uova e pesce sono ricchi di vitamina D.

Adeguate quantità di vitamina E sono presenti in: olio di oliva e oli vegetali in genere, germe di grano, cereali integrali, vegetali a foglia verde e frutta secca a guscio.

Assorbimento

Farmaci (lassativi, contraccettivi orali, aspirina, antibiotici), caffè, fumo e alcol possono ridurre l'assorbimento o l'utilizzo delle vitamine da parte dell’organismo.

La ridotta disponibilità può essere dovuta anche a un disturbo di malassorbimento a livello gastrico e intestinale (soggetti che hanno subito interventi chirurgici o che soffrono di malattie croniche e infiammatorie dell’intestino).

Effetti

Le vitamine liposolubili rafforzano le strutture nervose (vitamine D ed E), contrastano le infezioni e sono soprattutto note per il loro potere antiossidante.

In particolare la vitamina D ha la funzione di stimolare l'assorbimento a livello intestinale del calcio e del fosforo, favorendo la mineralizzazione della matrice ossea.

Inoltre, garantiscono il corretto sviluppo delle ossa (vitamina D) e riducono il rischio di osteoporosi; sono importanti per la produzione dei globuli rossi e dei pigmenti visivi (vitamina A) e regolano la coagulazione (vitamina K).

Carenza

La carenza di vitamina D si evidenza con una diminuita concentrazione nel siero di calcio e fosforo, in forme gravi si può arrivare al rachitismo, debolezza muscolare e deformazioni delle ossa.

Integrazione

Generalmente una dieta variata ed equilibrata può ricoprire l'intero fabbisogno di vitamine liposolubili. Tuttavia, in condizioni di aumentato fabbisogno, come la crescita, la gravidanza, l’attività sportiva intensa, l’invecchiamento, la menopausa, può essere utile ricorrere ad una loro supplementazione.

Dosi consigliate

La dosi giornaliere consigliate sono le seguenti: A 800 µg (5 mg se sotto forma di betacarotene); D 5 µg; E 10 mg.

Precauzioni

A differenza delle vitamine idrosolubili, le vitamine liposolubili in eccesso tendono ad accumularsi nel fegato e nei tessuti. Risulta quindi importante ricorrere a una loro supplementazione, utilizzando quantitativi in linea con il dosaggio giornaliero raccomandato (RDA).

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Patrizia_maria_gatti Patrizia Maria Gatti
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

VIDEO

Multivitaminici o integratori con una sola vitamina: quale scegliere?

Integratori-multivitaminici

Scopri come orientarti nel mondo degli integratori vitaminici.

LEGGI TUTTO

Fotogallery

A cosa servono le vitamine

  • Fotolia_45581482_s

    Vitamina A

    Fondamentale per la vista, una sua eventuale carenza comporterebbe problemi agli occhi. Ma non solo: è anche un potente antiossidante ed è dotata di proprietà antinfiammatorie. Secondo una ricerca pubblicata su Neuroscience, la vitamina A sembra essere coinvolta anche nei processi cerebrali di apprendimento e memoria, dal momento che agisce su alcune cellule dell’ippocampo deputate a queste funzioni.

  • Fotolia_47832258_s

    Vitamine del gruppo B

    L’unione fa la forza: se prese tutte assieme, le vitamine del gruppo B danno una grossa mano soprattutto agli studenti. Oltre a partecipare alle reazioni a cui vanno incontro i nutrienti per essere trasformati in energia, infatti, sono coinvolte a vari livelli nei processi cognitivi, come l’apprendimento, la memoria e la capacità di concentrazione.

  • Fotolia_46625196_s

    Vitamina B9 (acido folico)

    È la vitamina delle future mamme: se è in arrivo un bebè è importante che la donna assuma un integratore a base di acido folico, per prevenire la spina bifida nel figlio. Oltre a ciò, l’acido folico lavora in stretta collaborazione con la vitamina B12 nella formazione dei globuli rossi e nella funzionalità del ferro.

  • Fotolia_46150097_s

    Vitamina C

    Nota soprattutto per le sue proprietà di rinforzo del sistema immunitario, preziosa quindi durante il periodo dei malanni invernali, la vitamina C esercita anche un’azione positiva sulla sintesi di collagene, quindi è in grado di irrobustire i vasi sanguigni, favorire la guarigione delle ferite e delle fratture ossee e mantenere sani i denti e le gengive.

  • Fotolia_52142184_s

    Vitamina D

    Essenziale per le ossa e i denti, la vitamina D interviene anche nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, regolandone l'assorbimento intestinale. È prodotta dalla pelle soltanto se esposta alla luce del sole.

  • Fotolia_52034984_s

    Vitamina E

    È un potentissimo antiossidante, quindi protegge i vari tessuti (compresa la pelle) dai danni provocati dai radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento cellulare. Svolge un ruolo importante anche nel rinforzare il sistema immunitario.

  • Fotolia_47387129_s

    Vitamina H (biotina)

    Svolge un ruolo importante nel funzionamento del midollo osseo e nella salute della pelle e soprattutto dei capelli. In più contribuisce alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.

  • Fotolia_28349527_s

    Vitamina K

    Nota anche vitamina antiemorragica, nel senso che la vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue: è infatti indispensabile per la normale produzione, a livello del fegato, dei fattori della coagulazione.

  • Fotolia_47508934_s

    Vitamina P (niacina)

    Coinvolta nella regolazione del sistema nervoso (sembra svolgere un ruolo nel controllo dell’ansia) e nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. La sua azione più nota è quella di prevenzione nei confronti della pellagra, una malattia legata alla sua carenza un tempo molto diffusa.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI "ALIMENTI E DIETE"

Torna su