pubblicità
 

Articolo

Vitamina A

Che cos’è

La vitamina A è una vitamina liposolubile presente in natura sotto forma di retinolo o dei suoi analoghi detti retinoidi (tutti di origine animale) sia come provitamine (di origine vegetale) dette carotenoidi. Questi ultimi vengono trasformati nel fegato in vitamina A.

La vitamina A è indispensabile non soltanto per il meccanismo della visione ma anche per la differenziazione cellulare. Per questo è necessaria per la crescita, la riproduzione e l’integrità del sistema immunitario.

Fonti alimentari

Tra gli alimenti più ricchi di vitamina A ci sono il fegato animale e l'olio di fegato di merluzzo, le uova e i latticini; abbondanti quantità di carotenoidi sono presenti in frutta e ortaggi giallo-arancioni (pomodoro, carota, peperone, zucca, albicocca) e in alcuni ortaggi a foglia verde (lattuga, asparagi, broccoli).

Attività

La vitamina A è essenziale per la realizzazione del processo visivo e per la differenziazione cellulare; ha un'azione protettiva nei confronti della pelle e delle mucose e favorisce l'accrescimento di ossa e denti. La vitamina A è molto importante anche per la risposta del sistema immunitario.

Leggi anche l'articolo Tutti i vantaggi della vitamina A.

Carenza

La carenza di vitamina A può determinare problemi alla vista, specialmente per quanto riguarda la visione notturna, ma anche manifestarsi attraverso disturbi della pelle e bassa resistenza alle infezioni.

In caso di grave carenza si manifestano secchezza della congiuntiva e della cornea e quindi danni permanenti all’occhio che possono condurre alla cecità totale.

Sovradosaggio

Sintomi di tossicità acuta si verificano per apporti di 300 mg di vitamina A. Più frequenti sono i casi di tossicità cronica. Avvengono per assunzione prolungata di dosi di vitamina A anche non troppo elevate ma superiori alle capacità del fegato di immagazzinarla.

Questo può avvenire sia attraverso un’eccessivo consumo di alimenti ricchi in vitamina A (come fegato) sia attraverso l’uso non appropriato di supplementi vitaminici.

Dosi consigliate

Il fabbisogno medio giornaliero di vitamina A varia in base all'età e al sesso: per i neonati è sufficiente una quantità di 0,3 mg, che sale a 0,4 mg per i bambini da 1 a 6 anni e a 0,5 mg da 7 a 10 anni.

Per i ragazzi da 11 a 14 anni e per le donne la quantità di vitamina A raccomandata è di 0,6 mg, mentre per i maschi da 15 anni in su arriva a 0,7 mg, come per le donne in gravidanza.

Precauzioni

La vitamina A, come tutte le vitamine liposolubili (E, D e K), quando è in eccesso si accumula nel fegato e nei tessuti e può causare annebbiamento della vista, problemi al sistema nervoso con irritabilità, iperattività, cefalea, problemi renali e, più in generale, stanchezza, irritazioni cutanee.

Altri contenuti

Torna su